DINTORNI

iRome Suites si trova a breve distanza da numerosi luoghi di interesse, tutti raggiungibili con una breve passeggiata.
Nella nostra piccola guida ne trovi alcuni davvero vicini..
Buona vacanza!

BASILICA DI SAN PIETRO IN VATICANO

L’imponenza della facciata seicentesca rende l’idea delle mastodontiche dimensioni della Basilica di San Pietro, ancora oggi una delle chiese più grandi al mondo.

La primitiva Basilica di San Pietro, un edificio di dimensioni paragonabili all’attuale, fu eretta intorno al 320 dall’imperatore Costantino nel luogo dove, secondo la tradizione, era stato sepolto l’apostolo Pietro.

Nel corso dei secoli e sotto svariati pontificati ebbe inizio quel lungo processo che, in circa duecento anni e con il concorso di moltissimi artisti (Bramante, Michelangelo, Bernini), avrebbe portato al completo rifacimento della primitiva basilica costantiniana.

La cupola ideata da Michelangelo sorprende per dimensioni e armonia, caratteristiche che si apprezzano nell’impegnativa ma gratificante salita che permette di ammirarne da vicino sia l’interno che l’esterno.

Tra i tanti capolavori, assolutamente da non perdere la Pietà di Michelangelo, l’opera che stupisce da secoli per tecnica ed emotività.

Uno splendido colonnato di 284 colonne di ordine dorico e ottantotto pilastri in travertino di Tivoli circonda la Basilica di San Pietro, come volesse accogliere in un simbolico abbraccio i fedeli in visita.

La splendida architettura del colonnato fu commissionata da Papa Alessandro VII Chigi a Bernini, il quale dispose radialmente le quattro file di 284 colonne, di cui aumentò gradualmente il diametro, riuscendo così a mantenere invariate le relazioni proporzionali tra gli spazi e le colonne anche nelle file esterne.

Grazie a questo accorgimento, lo spettatore raggiungendo i dischi di porfido ai lati dell’obelisco vede il colonnato come composto da un’unica fila di colonne.

Contatti

Telefono: +39 06 69883731 - 06 6982 (centralino) - 06 69881662 (info turistiche)

Sito web: www.vatican.va/various/basiliche/san_pietro/index_it.htm

Orario: da ottobre a marzo: tutti i giorni ore 7.00-18.30 (chiusa 1 e 6 gennaio); da aprile a settembre: tutti i giorni ore 7.00-19.00

MUSEI VATICANI E CAPPELLA SISTINA

I magnifici e vastissimi Musei Vaticani rappresentano uno dei complessi museali più grandi e interessanti del mondo. E proprio per questo motivo le code all’ingresso sono davvero lunghissime, in particolar modo nei periodi di alta stagione come Natale, Pasqua e durante la primavera.

Premunirsi, quindi, di una buona dose di pazienza, verrà sicuramente ripagata all’interno!

 

È preferibile, comunque, prenotare il biglietto on line o direttamente la visita guidata (chiedi ad iRome Suites), con questa operazione risparmierete tempo ed eviterete le lunghe code all’ingresso.

Il complesso dei Musei Vaticani racchiude al suo interno diversi musei: Museo Pio Clementino, Museo Chiaramonti, Museo Gregoriano Etrusco, Museo Gregoriano Egizio, Museo Gregoriano Profano, Museo Pio Cristiano, Museo Missionario Etnologico, Collezione d’Arte Religiosa Moderna, Gallerie Superiori, Museo della Biblioteca Vaticana, Pinacoteca e naturalmente l’ineguagliabile Cappella Sistina.

Per visitarli tutti non basta un intero giorno, quindi sarebbe meglio indossare un abbigliamento comodo e stabilire dall’inizio  ciò che si vuole vedere.

L’ultima domenica di ogni mese i musei rimarranno aperti e gratuiti.

 

Indirizzo: Viale Vaticano, 100

Costi:  Intero: 16,00 - Ridotto: 8,00

Acquisto online: http://biglietteriamusei.vatican.va/musei/tickets/index.html

Sito web: www.museivaticani.va

Telefono: +39 06 69883145 - 06 69884676 info - 06 6982

 

Orario

Musei Vaticani - Cappella Sistina: aperti da lunedì a sabato ore 9.00 - 16.00 (ultimo ingresso e chiusura biglietteria)

Chiusura dei Musei: ore 18.00 (con uscita dalle sale mezz'ora prima della stessa chiusura)
Dal 6 maggio al 29 luglio e dal 2 settembre al 28 ottobre 2016, aperti anche venerdì notte:  dalle ore 19.00 alle 23.00 (ultimo ingresso alle ore 21.30)

Chiusi tutte le domeniche, ad eccezione dell'ultima domenica del mese (aperti ad ingresso gratuito ore 9.00 - 14.00; ultimo ingresso ore 12.30).

Chiusure straordinarie 2016 :  1 novembre;  8, 25, 26 dicembre.

GIARDINI VATICANI

I Giardini Vaticani occupano circa due terzi della superficie della Città del Vaticano, sono il luogo di riposo e di meditazione del Romano Pontefice sin dal 1279, quando papa Niccolò III riportò la residenza papale dal Laterano al Vaticano.

I Giardini sono visitabili sono con visita guidata collettiva della durata di 2 ore o con un apposito bus elettrico.

 

Indirizzo: Viale Vaticano

Sito web: http://mv.vatican.va/2_IT/pages/z-Info/MV_Info_Servizi_Visite.html

Costi: ingresso: 32,00 - ridotto: 24,00

Email: info visite per gruppi: visiteguidategruppi.musei@scv.va - info visite per singoli: visiteguidatesingoli.musei@scv.va

Prenotazione online: Obbligatoria: per gruppi: visiteguidategruppi.musei@scv.va - per singoli: visiteguidatesingoli.musei@scv.va

Prenotazione telefonica: 0039 06 69883145 - 06 69884676

Orario: Visite guidate tutti i giorni feriali, esclusi il mercoledì e la domenica.

MERCATO DEI FIORI

Un trionfo di colori, forme, varietà e profumi: questo è il mercato dei fiori, aperto solo una manciata di ore alla settimana, il martedì per l’esattezza. Un luogo suggestivo, interamente dedicato al verde, in cui la primavera non lascia mai spazio alle altre stagioni.  Fiori recisi già confezionati in mazzi, fiori secchi e rami, piante aromatiche e innumerevoli specie di fiori. Insomma, ce n’è per tutti i gusti, a prezzi più che convenienti! 

Indirizzo: Via Trionfale, 45

Telefono: 0039 06 39733326 - 06 39738027

Orario: Aperto al pubblico solo il martedì dalle ore 10.00 alle 13.00

 

www.comune.roma.it/PCR/resources/cms/documents/opuscolo_Mercato_dei_fiori.pdf

CASTEL SANT’ANGELO

Edificato intorno al 123 d.C. come sepolcro per l'imperatore Adriano e la sua famiglia, Castel Sant'Angelo ha un destino atipico nel panorama storico-artistico della capitale. Mentre tutti gli altri monumenti di epoca romana vengono travolti, ridotti a rovine o a cave di materiali di spoglio da riciclare in nuovi, moderni edifici, il Castello - attraverso una serie ininterrotta di sviluppi e trasformazioni che sembrano scivolare l'una nell'altra senza soluzione di continuità - accompagna per quasi duemila anni le sorti e la storia di Roma.

Da monumento funerario ad avamposto fortificato, da oscuro e terribile carcere a splendida dimora rinascimentale che vede attivo tra le sue mura Michelangelo, da prigione risorgimentale a museo, Castel Sant'Angelo incarna nei solenni spazi romani, nelle possenti mura, nelle fastose sale affrescate, le vicende della Città Eterna dove passato e presente appaiono indissolubilmente legati.

 

Indirizzo: Lungotevere Castello, 50

e-mail: pm-laz@beniculturali.it

Informazioni e Prenotazioni:  tel. +39 06 32810 +39 06 32810

(Call center prenotazioni attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18; il sabato dalle 9 alle 13) 

Centralino: tel. +39 06 6819111

 

ORARI: tutti i giorni: 9.00 - 19.30 - la biglietteria chiude alle 18.30

PRENOTAZIONE: consigliata per gruppi superiori a 20 persone e per le scuole; facoltativa per singoli.

Diritto di prenotazione € 1,00  on line: http://www.gebart.it/

 

INGRESSO:
Intero  € 10,00 (prezzo soggetto a variazioni in occasione di mostre).

Ridotto € 5,00 (cittadini dell'Unione Europea tra i 18 e i 25 anni, insegnanti di ruolo nelle scuole statali).

I prezzi sono soggetti a variazioni in occasione di mostre.

 

In caso di afflusso intenso, è previsto il contingentamento di visitatori all'ingresso.

VIA COLA DI RIENZO

A soli 100 metri da iRome Suites si trona una delle più importanti ed affollate vie dello shopping della città, capace di accontentare i gusti e le esigenze di tutti con numerosi negozi che non ospitano solo abbigliamento, ma spaziano dall’ arredo casalingo all’ oggettistica, dagli accessori ai libri - con la Mondadori in Piazza Cola di Rienzo - fino alle profumerie e tanto altro ancora. È qui, inoltre, che si trova uno dei pochi mercati al coperto rimasti a Roma, il mercato di Piazza Unità, costruito nel 1928 all’interno di un elegante struttura.

Se volete fermarvi per una colazione o per un Aperitivo, Via Cola di Rienzo ci offre il bar “Cantiani” e “Portofino”. Posti storici, chiunque di noi passando si sarà fermato per un caffè o per un gelato. Portofino li fa molto buoni e d’estate troverete sicuro la fila.

Se poi volete concedervi un break sostanzioso, non avete che l’imbarazzo della scelta per soddisfare i vostri palati. Vi segnaliamo Castroni e Franchi, dove le possibilità di consumare al banco o di portare a casa ottimi prodotti della gastronomia italiana e internazionale è assicurata.

Lo Store Coin Excelsior, ormai sede fissa per i regali di Natale e non solo, ha aperto da poco uno spazio dedicato alla gioielleria che tutte le donne amano: Tiffany. Lo Store è anche sede della catena Nespresso, dove poter acquistare un ottimo caffè. Per gli amanti della cucina, invece, al piano inferiore si trova Eat’s, un food market di lusso con cibi di alta qualità, particolari e prelibati, che forse non tutti potranno permettersi…

PIAZZA DEL POPOLO

Piazza del Popolo è l'ultima grande realizzazione della Roma papale, e la rappresentazione del mecenatismo del pontefice. Oltre a costituire l'elegante vestibolo della città, era in passato l'ambientazione di giochi, fiere, spettacoli popolari e anche, purtroppo, esecuzioni capitali. La Porta del Popolo, l'antica Porta Flaminia aperta nelle mura Aureliane, è l'entrata scenografica in città per i visitatori che giungono da Nord accolti dall'iscrizione: "FELICI FAUSTOQUE INGRESSUI MDCLV" (per un ingresso felice e fausto).

Posta al vertice di un triangolo  di vie noto come il Tridente (via del Babuino - via del Corso - via di Ripetta),  la Piazza costituisce il più grandioso accesso al cuore di Roma.

Al centro della piazza si innalza l'obelisco egizio di Ramesse II, l'Obelisco Flaminio,  il più antico ed il più alto di Roma dopo quello Lateranense.

Sulla piazza affacciano inoltre ben tre chiese. La più antica è la basilica di Santa Maria del Popolo, a lato della porta, mentre le due chiese gemelle, come vengono chiamate Santa Maria in Montesanto (1675) e Santa Maria dei Miracoli (1678), vengo no costruite successivamente, rinnovando profondamente l'aspetto della piazza e costituendo i due poli del Tridente.

MUSEO DELL’ARA PACIS

"Quando tornai a Roma dalla Gallia e dalla Spagna, sotto il consolato di Tiberio Nerone e Publio Quintilio, portate felicemente a termine le imprese in quelle province, il Senato decretò che si dovesse consacrare un'ara alla Pace augustea nel Campo Marzio e ordinò che in essa i magistrati, i sacerdoti e le vergini vestali celebrassero ogni anno un sacrificio".

È con queste parole che Augusto nelle Res Gestae ci ha tramandato la volontà del Senato di costruire un altare alla Pace, a seguito delle imprese da lui portate a termine a nord delle Alpi tra il 16 e il 13 a.C.. Originariamente l’altare era posto in un’emblematica zona del Campo Marzio, posta a un miglio (1.472 m) dal pomerium, limite della città dove il console di ritorno da una spedizione militare perdeva i poteri ad essa relativi (imperium militiae) e rientrava in possesso dei propri poteri civili (imperium domi). Questo monumento rappresenta una delle più significative testimonianze pervenuteci dell'arte augustea e simboleggia la pace e la prosperità raggiunte come risultato della Pax Romana.

 

Indirizzo : Lungotevere in Augusta (angolo via Tomacelli) - 00186 Roma

Orario: tutti i giorni 9.30-19.30; 24 e 31 dicembre 9.30-14.00. La biglietteria chiude un'ora prima                  

Giorni di chiusura: 1 gennaio, 1 maggio, 25 dicembre

Informazioni e prenotazioni: tel. 060608 tutti i giorni ore 9.00-21.00

Tariffe : intero € 10,50 - ridotto € 8,50 (in assenza di mostre e/o eventi) 

In occasione di mostre ed eventi culturali il costo del biglietto può subire variazioni.

VIA DEL CORSO

Via del Corso è una nota strada storica del centro di Roma che collega piazza Venezia a piazza del Popolo e misura all'incirca 1,6 km. È l'arteria centrale del complesso stradale conosciuto come Tridente.

Per secoli via del Corso è stata prima luogo di feste, cortei e spettacoli di personaggi illustri che entravano da Porta del Popolo in trionfo, poi ritrovo della vita intellettuale, artistica e politica romana, con i suoi vivaci caffè situati lungo i lati della strada. Dall’ottocento sono nati e si sono moltiplicati i migliori negozi di moda, le librerie e le sedi di giornali, che hanno fatto diventare via del Corso la strada più frequentata e ricercata da turisti, vacanzieri e romani affezionati alla bellezza della capitale.

VILLA BORGHESE

Il Parco di Villa Borghese, uno dei più estesi di Roma, è delimitato da ben nove ingressi che ne consentono l’accesso dai quartieri centrali della città. Il nome della villa deriva dalla prima residenza del Cardinal Scipione Borghese, il “Casino Nobile”, fatto edificare all’inizio del Seicento e trasformato nel '900 in museo, una delle più prestigiose raccolte di opere d’arte dal XVI al XVIII secolo, con capolavori di artisti quali Raffaello, Tiziano, Caravaggio, Bernini e Canova.

Villa Borghese ospita numerosi edifici storici, come il Casino del Graziano, il Casino Giustiniani, l’Uccelliera e la Meridiana con i meravigliosi giardini segreti, ripristinati secondo l’originario assetto seicentesco; accoglie numerosi edifici neoclassici e ottocenteschi quali il Casino dell’Orologio e l’ampio Giardino del Lago, caratterizzato da un romantico isolotto artificiale su cui domina il Tempietto di Esculapio, raggiungibile con brevi escursioni in barca. La Villa è dotata di strutture per il tempo libero, il gioco, e la diffusione culturale: il Museo Canonica, casa-studio dall’artista Pietro Canonica, il Casino di Raffaello con una ludoteca per bimbi, la Casina delle Rose con la Casa del Cinema, il Bioparco, l’Aranciera trasformata nel nuovo Museo Carlo Bilotti con opere di arte contemporanea. In prossimità di Piazza di Siena, è stato allestito un ampio padiglione teatrale a pianta circolare, il Globe Theater, su modello dei teatri elisabettiani, associato alla programmazione shakespeariana.

Il Parco occupa una vasta area nel cuore della città, compresa tra il tratto delle Mura Aureliane che unisce Porta Pinciana a Piazzale Flaminio, ed i nuovi quartieri Salario e Pinciano sorti nei primi anni del Novecento. È tra le ville romane una delle più ricche di testimonianze artistiche e paesaggistiche. Al suo interno racchiude edifici, sculture, monumenti e fontane, opera di illustri artisti dell'arte barocca, neoclassica ed eclettica, contornati da alberi secolari, laghetti, giardini all'italiana e grandi spazi liberi. Descritta nelle guide della città di tutte le epoche, ritratta da artisti famosi, ispiratrice di celebri musiche e di intense pagine di letteratura, Villa Borghese lascia trasparire ancora oggi, negli scorci inattesi del suo parco, lo splendore di un tempo.

Ingressi: Via Aldrovandi, Via Raimondi (2 ingressi), Via Pinciana (2 ingressi), Piazzale San Paolo del Brasile, Piazzale Flaminio - adiacente a Piazza del Popolo -, Piazzale Cervantes, Piazzale Pablo Picasso (via di Valle Giulia).

PISTA CICLABILE

Nel 2005 è stato finalmente completato l'itinerario ciclopedonale lungo il Tevere in tutta l'area centrale della città eterna; non si tratta in realtà di una strada costruita ex-novo ma piuttosto della sistemazione della banchina che corre lungo il Tevere poco più in alto del livello medio del fiume.

Un tratto della pista, situato a livello stradale, e quindi ben visibile, si trova a pochi passi da iRome Suites.  Da questo punto è possibile dirigersi verso Ponte Milvio, passando sotto gli impianti del Foro Italico, oppure proseguire su una pista ricavata sul marciapiede del lungotevere ed arrivare a ponte Risorgimento, dove si può girare a sinistra, passare il ponte e proseguire sulla pista per Valle Giulia e Villa Borghese.

Poco prima di ponte Risorgimento una discesa piuttosto ripida porta invece alla pista sulla banchina del Tevere.

Si sottopassano i ponti storici di Roma dal ponte di Castel Sant’Angelo a quelli dell'isola Tiberina, dove c'è forse lo spettacolo più suggestivo di questa Roma vista dal basso. In questo tratto centrale non ci sono rampe per salire o scendere, ma solo scalinate; chi vuole risalire al piano stradale deve quindi portare la bici a mano.

La pista prosegue sotto il lungotevere di Ripa fino a Porta Portese, dove c'è una rampa per risalire sul lungotevere e la pista torna ad essere asfaltata. Poco dopo la pista sottopassa l'anello ferroviario e quindi il ponte dell'Industria.

Di qui l'itinerario prosegue nella zona sud di Roma fino all'EUR.

Per maggiori informazioni: www.comune.roma.it/PCR/resources/cms/documents/bici.pdf oppure www.romainbici.it/anello_2_tevere_centro.htm

Please reload